COSA VISITARE

  • Alviano antico borgo medievale, fulcro della nascita e sviluppo del paese, dove lo stile medievale si adatta al territorio. Di particolare rilevanza il Castello, con un ampio cortile e una cappella con affreschi del XVII secolo. All’interno di esso è possibile trovare un Museo della Civiltà Contadina ed uno dedicato a “Bartolomeo di Alviano e ai Capitani di Ventura.
  • Montecchio: la leggenda farebbe derivare il toponimo da Mons Herculis, in alcuni atti medievali è nominato come Castro Monticoli. Si hanno notizie certe già dal 1275, ed un’altra lettura sull’origine del toponimo è quella che lo fa discendere damunticulus, ovvero monticello. Montecchio è un borgo rurale fortificato, edificato attorno al XII secolo, con l’abitato che si sviluppa ad anelli attorno al centro storico.
  • Lugnano in Teverina: è annoverato tra i Borghi più belli d’Italia e fa parte dell’ Associazione nazionale città dell’Olio. Di particolare interesse storico e artistico troviamo la Chiesa Collegiata di S. Maria (XI o XII secolo, su preesistente costruzione del IX), in stile romanico.  Contiene mosaici cosmateschi, una Crocifissione di scuola giottesca e il dipinto San Giovanni decollato del pittore di scuola forlivese Livio Agresti.
  • Guardea: La particolarità del nome è dovuta con pochi dubbi alla singolare morfologia del territorio, che costituiva un posto di guardia efficiente, svettando – soprattutto dall’antica sede collinare del paese, oggi detta “Guardea vecchia” – sulla valle teverina. Di interesse ricordiamo il Borgo Fortificato di Guardea Vecchia, risalente al IX sec., è senza dubbio uno dei luoghi più belli e panoramici di tutta la regione.

DOVE MANGIARE

DOVE DORMIRE